Capoccioni race – La più grande fuga di cervelli della storia


Il giorno dei “Capoccioni” è arrivato!!

Sabato 19 giugno fatti furbo e corri con noi.
Fai funzionare la testa e pure i piedi per completare i cinque chilometri della Capoccioni Race.
I primi tre capoccioni e le prime tre capoccione preparano la valigia e se ne vanno nel campus della University of Oregon a Eugene (USA) per una settimana.

Prepara il passaporto e provaci. Ma se pensi di non farcela, vieni ad aiutare il trio Medusa nell’impresa di arrivare al traguardo senza muovere un passo.
L’importante è che tu sia al Party di Capoccia più bello dell’anno. Musica e divertimento tutto compreso.

Questo è l’ultimo annuncio presente sulla pagina Facebook de “The capoccioni race”, l’evento organizzato da Nike con 3 Università romane (La Sapienza, Luiss, Roma Tre).

Nike insieme al Trio Medusa chiamano a raccolta i cervelli universitari romani per la sfida finale della prima edizione della Capoccioni Race. E lo fanno con un video ironico e sopra le righe, liberamente ispirato al celebre film di O. Stone “Ogni maledetta domenica”; Lele, Furio e Giorgio si improvvisano improbabili coach e, con un discorso che farebbe invidia ad Al Pacino, invitano i propri studenti a dare il massimo, “a macinare più cm possibili” per poter vincere la sfida finale.

Il 19 giugno alle 20 tutti i neuroni si riuniranno all’ingresso degli atenei Roma Tre, Sapienza e Luiss per dare inizio alla gara di 5 chilometri – metaforicamente una vera e propria fuga di cervelli – che si concluderà a Colle Oppio con un concerto-evento live di Roisin Murphy, ex-cantante dei Moloko, che per l’occasione darà vita ad un inedito live e dj-set. In aggiunta le prime tre donne e i primi tre uomini che avranno vinto la gara dei 5km potranno preparare le valigie e fuggire nel campus americano della University of Oregon.

Alla gara prenderanno parte anche tre capoccia d’eccezione: il Trio Medusa che alcuni degli universitari coinvolti nella gara dovranno letteralmente portare fino all’arrivo in modo creativo e originale. I tre infatti avranno i piedi legati e quindi non saranno in grado di compiere da soli il percorso.

Questa è l’ultima fase della The Capoccioni Race, la fuga dei cervelli più originale della storia.
Una vera e propria competizione a botta di km tra i neuroni delle tre principali università romane che ha coinvolto circa 3.000 studenti. L’iniziativa mi è piaciuta!! :-)

Chiudo con un estratto preso dalla pagina Facebook: a differenza di altri sport, in cui è necessaria una naturale predispozione, tutti possono riuscire nella corsa, ma quello che fa la differenza è l’allenamento, o meglio la determinazione. Non sto parlando di stoiche imprese sotto la pioggia battente. E non ditemi di essere determinati solo perché avete comprato pantaloncini, maglietta, scarpe e i-pod superfashion, tutti ancora rigorosamente immacolati nell’armadio. Datemi un motivo per non correre che non sia la pigrizia.

The Capoccioni race

La risposta della Nike: Write the future!


Dopo lo spot Adidas di ieri, ecco quello della Nike. Stavolta ci sono più giocatori (i simboli delle varie nazionali) e nessun riferimento ad un prodotto in particolare. Questa è la versione completa.
E’ giunto il momento per i giocatori di incidere il loro nome nella storia. Un tocco, un tackle o un calcio di punizione possono demolire le speranze di una Nazione o far sì che costruiscano una statua per celebrare le tue gesta. Cannavaro, Rooney e Ronaldo sono pronti per scrivere il futuro.
Scrivi il tuo futuro su nikefootball.com