Il viaggio e l’arrivo a Medford | #simosoke2013


A volte i sogni possono diventare realtà.

Dopo molte ore di viaggio (e controlli a non finire) sono sul suolo statunitense, per la prima volta nella mia vita. Roma – Charlotte e Charlotte – Boston i due voli, in definitiva senza problemi e molto tranquilli (viste le tante ore, meglio così🙂 ).

L’arrivo a Boston di notte e le luci della città a far da cornice all’aeroporto sul mare hanno fatto il resto: posso dire di essere rimasto a bocca aperta davanti lo spettacolo che ho visto dal finestrino dell’aereo.

Da lì in poi sono passate davanti i miei occhi “solamente alcune” delle immagini viste sempre in tv/film: le auto della polizia, le strade con i cartelli giganti e le indicazioni, lo skyline di notte, i quartieri tranquilli e con le case tutte ordinate (qui siamo già a Medford).

Un po’ di emozione, tante cose per la testa, rivedere i parenti dopo oltre 15 anni… Il non capire quando parlano velocemente!😀

L’avventura è cominciata, welcome Simone!

4 thoughts on “Il viaggio e l’arrivo a Medford | #simosoke2013

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...