Guardando al futuro, vivendo il presente.


In questo soleggiato sabato di settembre ufficialmente riapro il mio blog, “vuoto” di parole durante l’estate appena passata. Proprio così, stavolta l’estate è volata via tra lo studio e la tesi senza lasciare scampo a divertimenti “esagerati” nè tantomeno a vacanze in altre terre.

Ma se il dovere chiama lo sforzo si deve fare! E così è stato. Ultimi due esami superati (con molta soddisfazione per gli esiti) e primo capitolo di tesi consegnato al Professore. Finalmente è arrivata anche per me la gioia di aver concluso gli esami e di essere un pochino più libero mentalmente. 🙂

Ora, mentre continuo a scrivere la tesi, cominciano a viaggiare mail con CV di un ragazzo pieno di voglia di lavorare, voglia di mettersi in gioco, imparare. Mi suona quasi strano dirlo. Dopo anni passati dall’altra parte della barricata, sopra libri e appunti, esami e slides, è arrivato il momento di fare il salto. E sinceramente non vedevo l’ora!

Scrivere la tesi sognando il futuro lavoro mi rende felice, pieno di energie. La tesi riguarda il Crowdsourcing e la co-generazione delle idee. Penso sia uno dei trend andato per la maggiore in questi ultimi anni e che ha ancora potenzialità di sviluppo. Le persone cominciano a detenere un potere nelle scelte e condizionano le aziende. Queste non possono far altro che scendere a compromessi e, per risultare vincenti nel nuovo contesto, lasciare nelle mani del consumatore le chiavi dell’innovazione. Personalizzazione, innovazione dal basso, contenuti generati dagli utenti, relazione, passaparola sono i nuovi termini da tenere sotto osservazione. Come esempio parlerò nell’ultimo capitolo del primo caso italiano a riguardo, Nel Mulino che Vorrei (Barilla).

In tutto questo si inserisce una nuova collaborazione. Quella con Augmented World, il blog sulla realtà aumentata (Augmented reality). Sono affascinato da questa tecnologia, un misto di reale e “virtuale” che potrà dare una mano concreta in molti settori della nostra vita.

Naturalmente prosegue la caccia ai trend ed alle nuove forme di marketing non convenzionale per Ninjamarketing. Troppo forti!

Grazie

E poi? Naturalmente devo ringraziare tutti gli amici conosciuti a Parma in questi due anni. A partire dal mio coinquilino, diventato fratello, Marco! 😉 Abbiamo vissuto insieme praticamente tutto dal primo all’ultimo giorno. Ricordi e risate, chiacchierate ed esami rimarranno sempre con me! Grazie!!

La lista di amici sarebbe lunghissima e rischierei di dimenticare qualcuno. Quindi un grazie collettivo a tutti voi per questi due anni!

Passo alle conclusioni. Un capitolo della mia vita si sta chiudendo in modo positivo. Vedremo cosa succederà voltando pagina, continuate a seguirmi! Vi lascio con i miei profili “sociali”, che spaziano dalle collaborazioni al “curriculum”.

Simosoke – Ninjamarketing http://www.ninjamarketing.it/author/simosuke/

Augmented world http://augmentedworld.it/info-augmented-reality/

Twitter http://twitter.com/SimoneCinelli

LinkedIn http://it.linkedin.com/in/simonecinelli

Buon weekend! 😉

Simone

Ps: Naturalmente il pensiero ed il ringraziamento va ai miei genitori, che mi hanno permesso economicamente (e con il sostegno morale) questi due anni a Parma ed alle mie sorelle, sempre presenti e piene di affetto. Poi c’è lei, la Gioia della mia vita. Si capisce? 🙂

Scusate l’assenza!


Ci sono, ci sono. 🙂 Faccio un piccolo resoconto della situazione.

L’estate è stata breve, troppo! In pratica è durata un mese. Ora sono pronto per ripartire, concludendo quest’altra avventura (Laurea Specialistica a Parma in Trade Marketing e Strategie Commerciali). Non manca molto, gli ultimi due esami a settembre per poi laurearmi (incrocio le dita) ad ottobre.

E poi? Ho molta voglia di cominciare a lavorare, ho davvero voglia. Di questo parlerò appena avrò la sicurezza di laurearmi tra due mesi.

Intanto si prova a studiare, si scrive la tesi. Con i pensieri che girano per la testa, del tipo “dove andrò”, “cosa farò”, ecc ecc. E non vi nego che è bello sognare! Ancora è una libertà che nessuno può toglierci. Penserete che è strano “sognare” per quanto riguarda il lavoro, ma a me viene facile. 😉

Spero di portare con me per molto altro tempo questo ottimismo e questa voglia di fare. Alla fine, sono fatto così!

Corro a leggere un po’, buona giornata e … scusate l’assenza! 😉